Cerca nel blog

venerdì 5 novembre 2010

BARI - Bike sharing, a giugno si cambia dalla seconda ora si paga

Il servizio di ciclonoleggio diventa a pagamento. Si pagherà 50 centesimi dalla seconda ora e un euro dalla terza in poi. In arrivo nuove biciclette


BiKe sharing, si cambia: dal primo giugno 2011 il servizio di ciclonoleggio diventa a pagamento. E la Regione annuncia il finanziamento di duemila nuove biciclette pubbliche rivolte agli studenti universitari.
Dopo le schermaglie delle scorse settimane l’Amtab e il Comune di Bari ieri hanno raggiunto l’accordo per ridare nuova linfa al bike sharing che sarà rilanciato con la messa su strada di nuove tessere e biciclette. Il delegato del sindaco alla Mobilità, Antonio Decaro e il presidente della municipalizzata Antonio Di Matteo hanno dato il via libera all’ampliamento del servizio, chiudendo la controversia legata alla gestione delle biciclette pubbliche.

“Già dalla prossima settimana, infatti — rende noto il Comune — saranno messe in circolazione 45 nuove biciclette a noleggio che saranno ancorate alla 50 colonnine montate il mese scorso, e dal primo dicembre saranno rilasciate dall’ufficio abbonamenti dell’Amtab 250 nuove tessere per chi volesse abbonarsi al servizio, 50 delle quali saranno riservate a studenti universitari. Le nuove tessere, e quelle in scadenza nei prossimi due mesi, saranno rinnovate al costo di 5 euro, e avranno validità fino al primo giugno 2011”.
Sarà infatti con l’arrivo della prima stagione che scatterà la vera rivoluzione con l’introduzione di una tariffa a partire dalla seconda ora di utilizzo della bicicletta, «Per agevolare l’effettiva rotazione dei mezzi e applicare il principio di condivisione delle biciclette pubbliche — ha spiegato Decaro — la prima ora di utilizzo sarà gratuita, la seconda costerà cinquanta centesimi e dalla terza si applicherà una tariffa di un euro l’ora».

Il pagamento si potrà effettuare tramite la tessera del servizio, che sarà ricaricabile negli uffici Amtab o attraverso i parcometri cittadini. Per verificare il corretto utilizzo del servizio sulle biciclette e sulle colonnine saranno montati dei congegni elettronici che consentiranno ad Amtab e Comune di monitorare i movimenti delle bici a noleggio tra le stazioni cittadine per una mappatura effettiva del traffico a pedali.
Ma l’amministrazione comunale nel nuovo regolamento del bike sharing ha inserito anche due contromisure per limitare i comportamenti scorretti emersi nei primi tre anni di ciclonoleggio. Dal primo dicembre prossimo tutti gli abbonati dovranno versare una cauzione di 10 euro per ricevere tessera e lucchetto, cifra che sarà restituita loro quando non saranno più interessati ad usufruire del servizio. Inoltre in ogni nuova stazione sarà installata una telecamera per limitare il fenomeno dei furti: le biciclette sparite dal 2007 sono già 50. L’iniziativa sarà sperimentata per tutte le 160 nuove colonnine finanziate dalla Provincia che presto saranno installate in tutta la città.

Ma il numero delle biciclette pubbliche è destinato ad aumentare ancora. Ieri l’assessore ai Trasporti Guglielmo Minervini ha annunciato «La Regione ha il via al programma di mobilità sostenibile per università e scuole: saranno finanziate mille biciclette da installare in tutti i collegi regionali per i fuorisede e altre mille destinate agli universitari nei percorsi da casa alle facoltà».
Novità in vista anche nei quartieri di Libertà, Madonnella e Poggiofranco. A Poggiofranco partirà entro un mese la circolare che collegherà il quartiere a via Capruzzi. Nel 2011, invece, via libera all’ampliamento della zona a sosta regolamentata che ricoprirà interamente Libertà e Madonnella. Saranno questi i temi del prossimo vertice tra Comune e Amtab.

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget