Cerca nel blog

martedì 23 novembre 2010

ROMA - Fontana di Trevi, la piazza cambia volto



CAPOLINEA ADDIO
Fontana di Trevi, la piazza cambia volto
Un anno di lavori nel cuore della città
Tridente pedonalizzato, via i marciapiedi. Nuova sistemazione anche per via del Gambero, via Condotti e via Belsiana. Niente più bus a San Silvestro


Per il centro storico sarà un 2011 di cantieri. In attesa che giovedì il sindaco Gianni Alemanno presenti il progetto di pedonalizzazione del Tridente, negli uffici Città storica fervono i preparativi per l'avvio dei lavori in alcune delle aree più importanti del I municipio. Cantieri che, seppur non direttamente connessi alla trasformazione della mobilità in centro, risultano propedeutici al processo di pedonalizzazione che, negli intenti della giunta Alemanno, dovrebbe avvenire entro il 2013.

Subito dopo il periodo natalizio (un'ordinanza del sindaco vieta l'avvio di cantieri nel periodo compreso tra l'8 dicembre e il 6 gennaio) partiranno i lavori di riqualificazione di piazza Fontana di Trevi. Un'opera di restyling che costerà al Campidoglio circa un milione di euro e che prevede il rifacimento dell'intera pavimentazione della piazza con la risistemazione dei sampietrini, l'eliminazione dei marciapiedi e una nuova illuminazione. Il cantiere durerà circa un anno, un tempo lunghissimo rispetto a un'area di dimensioni ridotte, ma che deriva dall'elevato flusso di turisti che ogni giorno visita la Fontana di Trevi. Dunque, per non creare disagi con camion e operai che renderebbero la vita difficile anche ai tanti negozi della piazza, si procederà transennando pochi metri per volta.

Ma la rivoluzione più importante, soprattutto per quanto riguarda la mobilità, riguarderà piazza San Silvestro. L'area di fronte all'ufficio postale sarà infatti pedonalizzata e con l'avvio dei cantieri, previsto entro la fine di gennaio, i capolinea degli autobus saranno spostati. Le linee dell'Atac continueranno a fermarsi in via di San Claudio (dietro l'ex Rinascente, a pochi metri dalla piazza), ma non partiranno più da San Silvestro. I capolinea saranno dunque spostati e i tragitti dei mezzi verranno prolungati verso Piramide, piazza Venezia e piazzale Flaminio. In questa maniera si intende procedere alla riqualificazione di piazza San Silvestro: l'intera area sarà ripavimentata, verranno messi dei lampioni e delle fioriere e tutta la zona sarà off-limits alle vetture. Costo dell'opera, due milioni e mezzo di euro.

Si preannunciano dunque tempi difficili per la mobilità della zona e per i commercianti, che si troveranno circondati da transenne, cantieri, camion che di giorno riforniscono sabbia e cemento e betoniere. E alcune associazioni di quartiere sono già sul piede di guerra, preoccupate che i cantieri possano influire negativamente sugli affari. Nella stessa area del centro storico, sempre verso la fine di gennaio, partirà una terza importante opera di restyling. Con gli oneri concessori derivanti dai lavori dell'ex Spazio Etoile, il Campidoglio darà il via al rifacimento della pavimentazione di via del Gambero, via Borgognona, via Condotti e via Belsiana. In vista del progetto di pedonalizzazione Alemanno-Gasperini, saranno eliminati i marciapiedi. Ai lati delle strade verranno messi dei sampietrini-guida di dimensioni maggiore, mentre al centro resteranno quelli tradizionali. Anche in questo caso, i lavori dureranno poco meno di un anno.

di LAURA MARI

La Repubblica

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget