Cerca nel blog

martedì 8 febbraio 2011

NAPOLI - Un basamento nuovo per Santa Chiara





Parte il progetto di restauro e pulizia
Dopo anni di incuria il complesso monumentale nel centro storico della città sarà ripulito da scritte e disegni



NAPOLI - Si è tenuta stamane nella sala delle Esposizioni del chiostro di Santa Chiara la conferenza stampa di presentazione del progetto di restauro e pulizia del basamento del campanile del complesso monumentale deturpato da scritte fatte con la bomboletta spray. Sono intervenuti, tra gli altri: il presidente della seconda municipalità Alberto Patruno, l'assessore comunale al Recupero urbano Pasquale Belfiore, l'europarlamentare Andrea Cozzolino, padre Agostino Esposito e padre Salvatore Vilardi dell'Ordine dei Frati Minori di Santa Chiara e i rappresentanti della Soprintendenza.

Un intervento che giunge dopo alcuni anni di immobilismo e reso possibile grazie all'impegno della municipalità, della Soprintendenza per i Beni architettonici di Napoli e Provincia. È quest’ultima, difatti, ad aver stanziato i fondi per la realizzazione del progetto che, in questo modo restituirà al quartiere ed a tutta la città un patrimonio artistico troppo a lungo sottratto per incuria ed abbandono. Il basamento in marmo del campanile di Santa Chiara, unico elemento della struttura originaria che risale al 1329, sarà così ripulito dalle innumerevoli scritte da cui è stato imbrattano nel corso degli anni e sottoposto ad un'accurata opera di restauro da parte dei tecnici della Soprintendenza e della ditta Ambra restauri srl.

Luca Mattiucci  dal Corriere del Mezzogiorno

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget