Cerca nel blog

giovedì 10 marzo 2011

BERGAMO - Qui l'arte è di casa»: 49 candidature Anche da Londra, New York e Berlino



Sono 49 le candidature pervenute, anche da Berlino, Londra, New York e dal Brasile, per il bando, avviato lo scorso 22 novembre, «Qui l'arte è di casa». Un progetto per coniugare l'arte e l'architettura, soprattutto quando quest'ultima è pensata per l'housing sociale.

L'iniziativa che vede lavorare fianco a fianco il Comune e la Gamec, la galleria d'arte moderna e contemporanea. Sei luoghi, sei artisti e un unico obiettivo: fornire attraverso l'arte un valore aggiunto all'abitare, con opere d'arte da inserire negli spazi aperti dei nuovi progetti di edilizia popolare. Il progetto punta infatti a realizzare sei interventi di architettura urbana in altrettante zone della città.

Ciascuna opera, creata da un artista dedicato, proporrà un progetto d'arte «site specific», ovvero appositamente progettato per il luogo che lo ospiterà, tenendo quindi conto del contesto urbano e paesaggistico, nonché della storia del posto.

Le aree interessate sono: via Ruggeri da Stabello, via Rota-Bellini, via Promessi Sposi, via Moroni-Guerrazzi, piazza Aquileia e via dell'Azzanella. Per ognuna di queste zone - e quindi per il relativo vincitore del bando - saranno stanziati 40 mila euro che comprenderanno tutte le spese, dall'ideazione alla messa in campo del progetto.

Il bando è stato di carattere internazionale e rivolto a giovani artisti con un'età compresa tra i 25 e i 45 anni. In un mese saranno scremate le 49 candidature che diventeranno dodici: due per ogni progetti, e alla fine sei. Si avrà dunque il vincitore per ognuna delle sei aree. I progetti dovrebbero diventare realtà tra la fine del 2011 e l'inizio del 2012.

Da www.ecodibergamo.ithttp://www.ecodibergamo.it/stories/Bergamo%20citt%C3%A0/190727_qui_larte__di_casa_49_candidature/

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget