Cerca nel blog

martedì 26 ottobre 2010

PALERMO - Strade-caos, divieti fantasma e il traffico soffoca Palermo


Ieri raffica di multe per le targhe alterne, l'ordinanza che nessuno ricorda più. Dal 2008, quando i giudici hanno annullato le zone a traffico limitato, l'amministrazione ha annunciato un provvedimento dopo l'altro, dal blocco del traffico allo stop alla circolazione delle auto euro 0, finendo però con il riproporre sempre le targhe alterne. Il Piano urbano del traffico che dovrebbe dare un ordine alla viabilità cittadina è slittato alla prossima estate
di SARA SCARAFIA 

"Targhe alterne? Ma perché, ci sono ancora?" L'automobilista, fermato in piazza Sturzo, ha guardato il vigile con gli occhi sgranati. Ieri, giorno dispari, le macchine con targa pari non potevano circolare: ma chi si ricorda più dell'ordinanza? Domenica alle 18 una coppia guardava un po' confusa le transenne in via Maqueda, all'incrocio con via Cavour: "Ma la domenica non chiude al traffico via Roma?" Circolare a Palermo, tra divieti in vigore di cui nessuno si ricorda e chiusure di assi viari che cambiano ogni settimana, è un rebus. Il caos traffico è la quarta delle dieci emergenze della città individuate da "Repubblica".

Su migliaia di cruscotti ci sono ancora i pass celesti con la scritta "A+B": pass validi per l'ingresso in una Ztl che è rimasta in vigore solo per quindici giorni. Dal 2008, quando i giudici hanno annullato le zone a traffico limitato, l'amministrazione ha annunciato un provvedimento dopo l'altro, dal blocco del traffico allo stop alla circolazione delle auto euro 0, finendo però con il riproporre sempre le targhe alterne. "Almeno fino a quando non ci sarà il Put, il piano urbano del traffico", hanno ripetuto gli assessori. Il risultato? Il traffico, con incolonnamenti che nell'ora di punta paralizzano la circolazione, è un'emergenza quotidiana e lo smog non accenna a diminuire.

Il resto dell'articolo su La Repubblica

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget