Cerca nel blog

lunedì 10 gennaio 2011

MILANO - Brera, lunedì via ai cantieri

I tavolini in via Brera (Corradini)










i Commercianti: «L'importante è che tutto sia pronto per l'inizio delle primavera»

Brera, lunedì via ai cantieri
Niente tavolini e dehor per un mese

I lavori per l'isola pedonale termineranno entro marzo. «Nuova illuminazione per la facciata della Pinacoteca»

i Commercianti: «L'importante è che tutto sia pronto per l'inizio delle primavera»
Brera, lunedì via ai cantieri
Niente tavolini e dehor per un mese
I lavori per l'isola pedonale termineranno entro marzo. «Nuova illuminazione per la facciata della Pinacoteca»




MILANO - Il cantiere aprirà lunedì e chiuderà a fine marzo. «Non oltre», assicurano tutti. Con la bella stagione Brera sarà un'isola pedonale. E nel frattempo anche la Pinacoteca potrebbe vivere di luce propria. Nei prossimi giorni il Comune chiederà il via libera per il progetto di nuova illuminazione della storica facciata che ospita museo e accademia. Comune e commercianti di nuovo intorno a un tavolo. Per studiare i dettagli dell'operazione Brera pedonale, per limare tempi e soprattutto disagi.
I lavori di restyling procederanno a tappe. Tavolini e sedie scompariranno dalla via per un mese, «massimo un mese e mezzo». Un compromesso accettabile. «L'importante è che tutto sia pronto per l'inizio delle primavera», dice Giorgio Montingelli dell'Unione del Commercio. I dehor dovranno tornare in tempo per il Salone del Mobile, per l'arrivo dei turisti e, appunto, della bella stagione. Il progetto prevede la pedonalizzazione fra via del Carmine e il bivio dei Fiori: «Verranno sostituiti tutti i masselli, sarà riqualificata la strada e creato un percorso ciclabile lungo l' itinerario via Monte di Pietà-Porta Nuova». Carico e scarico delle merci e ingresso in auto dei residenti saranno consentiti tra le ore 10 e le 14.
Montingelli vorrebbe da Palazzo Marino l'ultimo sforzo: «Per accontentare tutti si potrebbe pensare a una soluzione che azzeri i disagi». Per esempio? «Permettere di spostare i dehor. Se un locale, cioè, si trova i lavori davanti all'ingresso, il Comune potrebbe concedere il permesso di avanzare di qualche metro sedie e tavolini».L'assessore al Lavori pubblici Bruno Simini ha portato avanti la trattativa. È soddisfatto, il sì degli esercenti è stata conquista faticosa. «Vorremmo però sfruttare l'occasione. Insieme con la pavimentazione, si potrebbe dare il via al progetto di illuminazione della facciata della Pinacoteca». Il rendering è già sui tavoli di Palazzo Marino e il Soprintendente avrebbe già dato un primo via libera di massima.
Andrea Senesi

Dal Corriere della Sera

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget