Cerca nel blog

martedì 11 gennaio 2011

ROMA - Tor Bella Monaca, risanare anziché demolire

Dibattiti / Tor Bella Monaca  risanare anziché demolire


Dibattiti / Tor Bella Monaca 

risanare anziché demolire

di NICOLA MARCUCCI

Caro direttore, le lettere di Manuela Maiolatesi e di Felicia Logozzo, pubblicate sulle pagine della Cronaca di Roma di Repubblica, sollecitano alcune riflessioni su Tor Bella Monaca. Che cosa mi ha insegnato lavorare per circa 10 anni nel quartiere? Come prima cosa mi ha insegnato che, in un luogo "difficile", non bisogna lavorare con uno spirito da ospiti.

Io ci sono andato come sindacalista, rappresentante dei pensionati e, dopo un minimo di ambientamento, mi sono messo all´opera. E non solo come sindacalista. Perché la seconda cosa che non devi fare andando a lavorare in un quartiere "difficile", è fare un solo mestiere. Ed io, visto che ho fatto per 40 anni l´insegnante di Scienze Umane e Sociali, ho cercato di coniugare due saperi, quello di sindacalista e quello di educatore-filosofo-antropologo-sociologo-politico. La terza cosa che non devi fare in un quartiere "difficile", è quella di non considerare il territorio nel quale vai ad operare come luogo di transito, magari per spiccare il volo verso una carriera da concludere in una sorta di settimo cielo. La quarta ed ultima cosa che non devi fare in un quartiere "difficile" è operare da solo. Bisogna trovare collaboratori validi. Ed io molti ne ho trovati, innanzi tutto nei tremila iscritti della Lega VIII, e poi in alcuni intellettuali, di quelli che una volta si chiamavano "organici".

A questo punto, partendo da una tale squadra, che metteva insieme tutti i saperi dell´uomo, da quella del muratore ai vari esperti di tutte le professioni, abbiamo cominciato a fare proposte tali da gettare le basi per cambiare radicalmente il volto non solo del quartiere di Tor Bella Monaca, ma di tutto il Municipio. Progetti fermi al Comune di Roma, nel cassetto del sindaco Alemanno, al quale ho recentemente posto la domanda "delenda est Tor Bella Monaca?" visto che aveva manifestata l´intenzione di demolire le torri per risanare il quartiere. Ora io, se Repubblica mi permette, vorrei rivolgere una domanda anche a lui: prima di demolire, vogliamo sentire i cittadini e coloro che vi hanno lavorato, a coloro che vi abitano e a coloro che vi andranno ad abitare e spero anche ad operare? 

Da La Repubblica

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget