Cerca nel blog

mercoledì 20 maggio 2009

FIRENZE - Pericoli e transenne



Pericoli e transenne, un classico nel panorama di Firenze

Dal Piazzale al ponte Vespucci segnalano pericoli da anni: "Niente soldi per i restauri"

Panorama con vista sulle transenne. Accade a Piazzale Michelangelo, e non è uno spettacolo recente. Le transenne intorno alla balaustra, per segnalare il pericolo di alcune sbarre rotte, sono lì da almeno un anno. Idem per una panchina rotta, asserragliata tra altre tre transenne. E ancora, sulla ringhiera del ponte Vespucci, un´altra barriera metallica è in bella mostra da forse due anni. Segnali di pericolo che alla fine diventano disdicevole arredo urbano?

«Il fatto è che, a cominciare dalle buche sul selciato, ci sono un´infinità di restauri da fare. E i fondi non sono sufficienti. Così, è triste dirlo, ma si procede per emergenze - Spiega il direttore dei sevizi tecnici di Palazzo Vecchio Michele Mazzoni - Ad esempio, per la balaustra del Piazzale Michelangelo, dopo le segnalazioni, l´ufficio Belle Arti del Comune ha già predisposto un progetto di recupero completo per 350 mila euro. Deve essere finanziato. Per la panchina rotta, forse riusciremo a restaurarla, ci sono arrivati un po´ di fondi per l´arredo urbano. La voglia di fare c´è, ma mancando i soldi».

Questione di decoro e di manutenzione degli arredi urbani in città. Che la soprintendente ai monumenti Paola Grifoni, ha ben presente. «Tanto per cominciare sono tornati i famigerati lucchetti sul monumento di Cellini a Ponte Vecchio e anche in altri luoghi delle città. Che fare? Non posso certo imporre i lavori a Palazzo Vecchio. Tuttavia con il nostro funzionario del centro storico Vincenzo Vaccaro, abbiamo deciso di fare una mappatura di tutti i punti in cui sono necessari gli interventi, sia di manutenzione che di restauro. Un bel pacchetto che metteremo sul tavolo del prossimo sindaco e della nuova giunta, per restituire ordine e decoro alla città».

Intanto continuano qua e là continuano a fiorire barriere e transenne. «E´ un servizio previsto dal codice della strada, che effettuiamo su segnalazione della polizia municipale per evidenziare punti e aree pericolose - spiega Franco Tagliabue, responsabile della Sas (Servizi alla strada Spa, società del Comune di Firenze dal 2005) - quindi la manutenzione spetta ai servizi tecnici, in base ad urgenze ed emergenze». Pochi giorni fa è stata ripristinata una panchina rotta, davanti alla Curia in Piazza San Giovanni. E lo stesso accade per le buche, con toppe di asfalto nelle vie del centro.


Da La Repubblica

1 commento:

Skymino ha detto...

Come in tutt'italia, il solito schifo.

Si è verificato un errore nel gadget