Cerca nel blog

venerdì 29 maggio 2009

NAPOLI - Piazza del Gesù, come «Bikini Beach»




Ghiaia per evitare la liquefazione del bitume. È polemica sull’intervento. Nuzzolo non ne sapeva nulla


Piazza del Gesù in teramente imbiancata con terra candida e ghiaia sbriciolata so miglia, da ieri mattina, ad una spiaggia. Con una lettera al sin daco e all’assessore alle strade Nuzzolo l’altro giorno il consi gliere municipale Giuseppe De Stasio aveva segnalato «per l'en nesima volta il gravissimo stato delle strade del centro antico di Napoli e in particolar modo di piazza del Gesù» che «risulta im praticabile già alle 11 del matti no perché il bitume tra i sampie trini tende a liquefarsi provocan do gravi disagi alla popolazione ed ai turisti».
Lo stesso episodio si era verificato nella primavera 2008, subito dopo vari interven ti di ripavimentazione ai Decu mani. Quindi l’ufficio strade co munale, l’altra notte, ha sparso terriccio bianco o ghiaia a picco li grani sull’intero emiciclo, a quintali. «Sembra una piazza metafisica alla De Chirico», com menta perplesso, adesso, il con sigliere De Stasio. La soluzione temporanea pensata per asciuga re l’asfalto liquefatto al sole pe rò non piace ai comitati dei resi denti. Ad esempio, dice Augusto De Luzenberger di Città Antica (il movimento per il decoro e la sicurezza che ha portato gli ispettori dell’Unesco in città, ndr): «Era meglio mettere una bella moquette, considerato lo sfascio totale, piuttosto che il brecciolino bianco che fa casca re le persone. Mentre a Genova stanno attenti a recuperare i pro pri ciottoli per ripavimentare le strade dei rolli noi da un lato svendiamo i basoli, dall’altro de turpiamo le piazze più belle per ché nessuno sa risistemare i sampietrini. A questo punto è meglio preferire una città pove ra e moderna e stendere una pie tosa moquette». E Tiziana Iorio, la pasionaria del comitato Città Antica, aggiunge: «Se si toglies sero del tutto i sampietrini per la pietra di Trani potremmo al meno conservare questo bell’ef fetto scenico. Alla piazza manca no solo le palme, sembra il Biki ni Beach». La soprintendenza ignora l’intervento. L’assessore Nuzzolo pure e rinvia il tutto al servizio tecnico municipale. Che rinvia a sua volta le respon sabilità al servizio strade centra le. Effettivamente la pavimenta zione della piazza è scivolosa. Pedoni e automobilisti sono av­vertiti del pericolo da un cartel lo a Calata Trinità Maggiore

Luca Marconi

Dal Corriere del Mezzogiorno

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget