Cerca nel blog

mercoledì 13 maggio 2009

ROMA - OK alla ‘Città dei giovani’ di Koolhaas




A breve l’avvio dei lavori negli ex Mercati generali di via Ostiense

È atteso per la fine dell’estate il via ai lavori di riqualificazione dell’area degli ex Mercati generali di Via Ostiense a Roma, destinata ad ospitare la “Città dei giovani” progettata dall’olandese Rem Koolhass dello studio OMA.
Nei giorni scorsi la Giunta capitolina ha approvato il progetto definitivo sancendo l’epilogo di un iter lungo e faticoso che ebbe inizio nel 2003 con il concorso di progettazione bandito dall’ex giunta Veltroni. L’ok della Giunta di Roma giunge dopo quattro mesi circa l’approvazione del progetto da parte della Sovrintendenza ai Beni architettonici. Prevista entro i prossimi 90 giorni la consegna del progetto esecutivo. I lavori dovrebbero durare meno di tre anni, con la consegna del 30% dei nuovi padiglioni entro la fine del 2010.

Viene dunque rimesso in moto un investimento di circa 230 milioni di euro destinato a trasformare il vecchio complesso annonario di via Ostiense in 87mila metri quadrati di spazi multimediali, piscine, centri fitness, mediateca, teatri, pub, negozi, aree ludico-musicali e diversi servizi per i cittadini. Unica modifica apportata dal nuovo sindaco è il nome del progetto, ribattezzato “Centro di Aggregazione Giovanile”.

Il 40% degli spazi sarà destinato alla cultura e al tempo libero, il 19% alla ristorazione, il 35% al commercio, ed il restante 6% al terziario.
L’edificio del vecchio mercato ippico ospiterà una Mediateca, che sarà collegata con il sistema delle biblioteche comunali. È inoltre prevista la realizzazione di un Teatro con 3mila posti a sedere, una grande struttura suddivisa in una cavea al chiuso affiancata da una all’aperto, che può divenire anche una piazza; accanto al teatro, nel recinto dell’ex mercato delle erbe, sorgeranno le “Terme moderne”, che ospiteranno strutture sportive, di fitness, sport acquatici, body building. Incluse nel progetto la Città dei sapori dedicata alla cucina italiana e multietnica, una multisala cinematografica, numerosi pub e jazz club. Nel covent garden romano sorgeranno anche negozi, mentre la grande piazza centrale sarà utilizzabile come spazio per eventi e spettacoli. L’area sarà dotata di un parcheggio di circa 100mila mq, per oltre 3.000 posti auto.
Tra i servizi sono inclusi anche un asilo nido, una ludoteca, un consultorio e la sede amministrativa del municipio, compreso il consiglio municipale.

Il progetto prevede l’integrazione tra le antiche strutture del mercato, la cui architettura non sarà alterata ma solo restaurata, e nuovi edifici.
“I tradizionali volumi del mercato – spiegano dallo studio OMA – saranno trasformati in singoli negozi o ‘padiglioni’, mentre tetti sfalsati a terrazza disegneranno una topografia tridimensionale, valorizzando la posizione unica del sito. Tra le antiche strutture saranno introdotti spazi verdi e caffetterie”.

“In un periodo di grave crisi economica – ha commentato l’assessore comunale all’Urbanistica Marco Corsini – siamo riusciti a far partire la fase attuativa del progetto. Inoltre, con il centro di aggregazione giovanile, prende forma una precisa idea di riqualificazione di un territorio vasto come Roma e si avvera uno dei primi rilevanti interventi che coinvolgono risorse finanziarie private nella gestione di aree pubbliche”.

Da Archiportale

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget