Cerca nel blog

sabato 6 giugno 2009

BARI - Petruzzelli ora è sicuro


Passa l’ultima deroga ma resta ancora chiuso

Ormai non ci sono più ostacoli di carta alla agibilità del teatro Petruzzelli. Il comitato tecnico regionale per la prevenzioni incendi - presieduto dall’ing. Davide Meta - ha finalmente approvato la deroga alla norma che prescrive un tempo di novanta minuti primi di resistenza al fuoco del solaio del foyer. Lo studio di approccio ingegneristico fornito dalle imprese che hanno portato a termine i lavori di ricostruzione «non è stato del tutto esaustivo - spiega il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Bari, l’ingegnere Gio - vanni Micunco - perché il modello matematico adottato non è utile a dimostrare la compatibilità della temperatura in gioco con i parametri della norma». In altre parole, si trattava di dimostrare che in caso di incendio i materiali in cui è stato realizzato il solaio non raggiungerebbero mai quelle temperature per cui si richiedono un’ora e mezza di resistenza.
Effetti della deroga approvata sono l’aggiunta di due vigili del fuoco alle squadre normalmente impegnate durante gli spettacoli e l’installazione di due impianti d’allarme, uno collegato con il Circolo Unione e l’altro con la centrale di un istituto di vigilanza,
Ora, degli otto punti in discussione resta aperto solo il problema della altezza della balaustra del foyer, ma «per questo troveremo senz’altro una soluzione - anticipa Micunco - nella riunione della commissione provinciale di viglianza che si riunirà a giorni».
Dal cantiere si apprende, intanto, che la soluzione c’è già: «Abbiamo aumentato l’altezza della balaustra dei dieci centimetri richiesti», dice l’architetto Gianni Vi n c e n t i . E lo stesso direttore tecnico di cantiere conferma che martedì prossimo il commissario per la ricostruzione, Angelo Balducci, consegnerà il teatro al ministro Sandro Bondi.

Da la Gazzetta del Mezzogiorno

1 commento:

Anonimo ha detto...

Che storia infinita sto teatro, forse ci siamo, forse ancora no, forse si apre, no aspettiamo, ma si vogliono decidere? Spero di rivederlo al più presto.


Un Barese

Si è verificato un errore nel gadget