Cerca nel blog

mercoledì 3 giugno 2009

NAPOLI - Galleria Umberto I, bucata




Piove in Galleria Umberto: nel «gioiello» cittadino si passeggia con l'ombrello
Negozianti inviperiti e costretti ad espellere l'acqua in eccesso. E i turisti fotografano l'ennesima emergenza

NAPOLI - Piove nella Galleria Umberto dove diversi negozi si sono allagati. La copertura della Galleria., in ferro e in vetro, è attualmente in fase di ristrutturazione. Diversi i turisti che hanno scattato foto ai titolari dei negozi alle prese con l’acqua in eccesso.


LA STORIA - La Galleria Umberto ha già superato i cento anni di vita. Nel 1885 fu approvata la legge per il risanamento della città di Napoli (quel periodo fu appunto detto del «risanamento»), grazie alla quale la zona di Santa Brigida ricevette una nuova definizione territoriale. Furono presentate varie proposte, il progetto che risultò vincente fu quello dell'ingegner Emmanuele Rocco, che fu poi ampliato da Ernesto di Mauro. Le demolizioni degli edifici preesistenti iniziarono il 1 maggio 1887 ed il 5 novembre dello stesso anno fu posta la prima pietra dell'edificio. Nel giro di tre anni, precisamente il 19 novembre 1890, la nuova galleria veniva inaugurata.

LA VETRATA - La volta, in vetro e ferro, progettata da Paolo Boubée, riesce ad armonizzarsi perfettamente con la struttura in muratura, a ciò contribuisce lo stretto rapporto fra le strutture portanti in muratura e quelle in ferro. Negli otto pennacchi della cupola otto figure femminili in rame sostenevano lampadari, ormai non più esistenti. Gli ampi ventagli posti nelle testate dei bracci recano complesse scene in stucco, tutte in relazione con la musica. La vetrata, però, è da tempo in ristrutturazione e spesso dai vetri mancanti entra pioggia a catinelle.

Dal Corriere del Mezzogiorno

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget