Cerca nel blog

mercoledì 3 giugno 2009

LECCE - Gallipoli, Il Demanio dà il Castello al Comune



Il sindaco: «Rilanceremo il maniero»
Il Castello Angioino è il simbolo storico della città ionica e si trova all’ingresso del centro storico

Il Comune ha un obiettivo ben pre ciso: valorizzare i contenitori culturali anche per scopi turistici. Così nei giorni scorsi il sin daco di Gallipoli, Giuseppe Venneri, ha firmato un protocollo di intesa con i responsabili del l’Agenzia del Demanio grazie al quale il Castello Angioino viene concessso proprio all’ammini strazione Il Castello Angioino è uno dei monumenti simbolo di Gallipoli. «Si è compiuta – ha detto Venneri – una buona azione per Gallipoli, attra verso un atto che va verso quel recupero dei beni-simbolo della nostra storia e della nostra identità che già abbiamo perseguito nel recen te passato. E’ stato portato a termine un passo importante per rendere il Castello un conteni­tore culturale di spessore. Un altro obiettivo promesso alla città e che, come nostro costu me, siamo stati in grado di mantenere». L’atto, in modo particolare, tra un anno diventerà una concessione ventennale. Grazie al proto collo, dunque, il Comune avvierà una serie di iniziative per il recupero e la valorizzazione del Castello. «Siamo persuasi – ha detto ancora il sindaco – che sia giusto continuare ad investi re sulla cultura e sul nostro patrimonio artisti co, per tutelare e riconsegnare alla città i luo­ghi della propria memoria storica, come del re sto accaduto nel recente passato con un altro simbolo della gallipolinità, la Fontana Greca o con il Teatro Garibaldi». L’entusiasmo L’importanza dell’accordo firmato con l’Agen zia del Demanio è stato celebrato anche dall’as sessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Barba. «Pas seremo dall’attuale progetto preliminare di ri strutturazione a quello definitivo e soprattutto punteremo ai titoli necessari per chiedere gli op portuni finanziamenti. Per questo secondo aspetto siamo già pronti a muoverci ad ogni li vello, da quello ministeriale ad Area Vasta, pas sando per il circuito provinciale dei Castelli».

Salvatore Avitabile

Dal Corriere del Mezzogiorno

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget