Cerca nel blog

mercoledì 17 giugno 2009

NAPOLI - Trasporti, ecco il progetto per la stazione Vesuvio Est




NAPOLI (15 giugno) - «Leggero, forte e chiaro» è il progetto vincitore del concorso internazionale per la nuova stazione Vesuvio Est, firmato dal gruppo italo-belga Philippe Samyn and Partners, con lo studio Bargone architetti associati, la S.e.t.i. ingegneria srl, l'ingegnere Mauro Eugenio Giuliani, l'architetto Enrico Auletta, l'ingegnere Carlo Cecconi e l'architetto Zelda De Ruvo.

La gara, si legge in una nota di Fs e della regione Campania, è stata bandita per l'elaborazione del progetto preliminare di una stazione di interscambio tra la linea veloce a Monte del Vesuvio e la ferrovia Circumvesuviana, di un parcheggio a servizio della stazione e della riqualificazione delle aree circostanti.

La giuria internazionale, presieduta dall'architetto David Nelson, ha scelto all'unanimità, dopo un confronto serrato, il progetto «Leggero, forte e chiaro» per la chiarezza dell'impianto che consolida l'asse ferroviario attraverso una galleria vetrata e la semplicità dell'immagine che convive armoniosamente con il tessuto urbano dell'intorno.

Inoltre, la struttura lineare e il sistema dei parcheggi permette con facilità la realizzazione in tempi diversi come previsto dal bando di gara. Al vincitore sarà corrisposto un premio di 100mila euro. La nuova stazione Vesuvio Est verrà costruita in corrispondenza dello snodo di incrocio fra la linea alta velocità/alta capacità a Monte del Vesuvio, la linea ferroviaria della Circumvesuviana (Napoli-Ottaviano-Sarno) e le stazioni di Poggiomarino e Sarno. L'importo complessivo delle opere in concorso è di 32,5 milioni di euro. La superficie complessiva da edificare è di 8.000 metri quadri. Prevista entro un anno la progettazione definitiva.

«Un altro importante passo in avanti per la realizzazione di una stazione che - dice l'assessore ai Trasporti della regione Campania, Ennio Cascetta - abbiamo contribuito a finanziare e che, grazie al concorso internazionale, avrà una qualità architettonica di alto livello, così come sta avvenendo su tutto il sistema ferroviario campano, sia nazionale che regionale. Dal punto di vista trasportistico, poi, Vesuvio Est consentirà di collegare direttamente all'alta capacità ferroviaria l'area dell'Agro nocerino-sarnese, quella a oriente del vulcano e la penisola sorrentina senza passare necessariamente per il nodo di Napoli, e dunque con notevole risparmio di tempo: da Sarno a Roma, ad esempio, grazie alla nuova stazione e alla linea a monte del Vesuvio, ci vorranno appena 65 minuti di viaggio, e da Pompei alla capitale circa un'ora e mezza. Inoltre, l'interscambio con la metropolitana regionale in questa stessa stazione ridurrà anche i tempi dei collegamenti regionali: da Sarno a Napoli, ad esempio, si arriverà in soli 40 minuti», conclude l'assessore

Da Il Mattino

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget