Cerca nel blog

martedì 2 giugno 2009

Roma - Parata del 2 GIUGNO


Festa della Repubblica, una parata
nel segno di sobrietà e solidarietà
Il ministero della Difesa risparmia un milione di euro
da devolvere ai terremotati per costruire strade

Festa della Repubblica, al via la grande parata. Tema di quest'anno: «La Repubblica e le sue Forze Armate». E c'è già chi polemizza: alcune parti politiche avrebbero voluto un maggiore accento sui volontari che, a migliaia, si sono mobilitati per l'emergenza terremoto in Abruzzo; i vigili del fuoco, con una clamorosa protesta, faranno suonare le loro sirene in tutta Italia per contestare il mancato adeguamento del corpo promesso dal governo.
Autorità e massime cariche dello Stato sono comunque schierate accanto al presidente della Repubblica dall'Altare della Patria ai Fori Imperiali per assistere, dalle 10, alla sfilata di mezzi e uomini, preceduta stamane dalla marcia degli allievi delle accademie militari in piazza Venezia.

RISPARMI PER L'ABRUZZO - Lungo via dei Fori Imperiali, a Roma, sfileranno non solo i militari ma anche il personale civile al servizio dello Stato. Quest'anno, la Difesa ha inteso rendere la sfilata più sobria, riducendone la durata a soli 80 minuti, diminuendo il numero di uomini impegnati e ridimensionando i tradizionali allestimenti previsti lungo il percorso. Con i risparmi, il ministero della Difesa, ha devoluto un milione di euro a favore delle zone terremotate d'Abruzzo, destinato in particolare al ripristino della viabilità tra L'Aquila e le località vicine.

GLI APPUNTAMENTI - Alle 10 la parata, che si articola in 7 settori e prevede la partecipazione di 264 Bandiere e Medaglieri, 5.890 militari, 500 civili, 209 quadrupedi, 284 mezzi e 9 velivoli. Alle 9 il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, fa la prima tappa all'Altare della Patria per la deposizione di una corona di alloro sulla tomba del Milite Ignoto. Quindi, alle 9.30, a Porta Ardeatina Napolitano passa in rassegna le truppe schierate in via di San Gregorio per la Parata.
Alle 10, il Presidente della Repubblica prenderá posto al centro della tribuna d'onore, per lo sfilamento militare lungo i Fori Imperiali. Confermata - dopo i dubbi collegati alle forti piogge dei giorni scorsi - l'apertura al pubblico dei giardini del Quirinale, dalle 14.30 alle 19. I complessi bandistici della Polizia di Stato, della Marina Militare, della Guardia di Finanza, dell'Arma dei Carabinieri, dell'Aeronautica Militare e dell'Esercito Italiano, eseguiranno brani da concerto originale per banda, arrangiamenti di brani dal repertorio classico, di musiche da film o colonne sonore. Quest'anno l'orario di apertura al pubblico dei Giardini è stato anticipato, in considerazione dell'affluenza costante e numerosa registrata negli scorsi anni. 

Dal Corriere della Sera

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget