Cerca nel blog

giovedì 16 luglio 2009

BARI - Petruzzelli è agibile: ma verrà inaugurato solo a dicembre


Il teatro Petruzzelli è agibile: ma verrà inaugurato solo a dicembre Dal 28 luglio, data fissata dal ministro Bondi, il Massimo sarà affidato alla fondazione che ne porta il nome

BARI — Agibile. Il teatro Pe truzzelli da ieri, 15 luglio 2009, può essere aperto al pubblico. Anche se, in realtà, verrà inau gurato probabilmente solo il 6 dicembre 2009 con la prima opera lirica. Ma dal 28 luglio data fissata dal ministero - sarà affidato alla fondazione lirico sinfonica che ne porta il nome. Quindi l’ente, in qualità di ge store, potrà chiedere il rilascio del certificato di prevenzione incendi. «Tutto è bene quel che finisce bene», ha detto il co mandante dei vigili del fuoco Giovanni Micunco mentre tutti i componenti della commissio ne di vigilanza alzavano i calici in un brindisi liberatorio. L’ultima riunione della com missione si è svolta senza ten sioni né ostacoli. «Finalmente tutto è filato liscio. Del resto non ci sono mai stati ostacoli veri al rilascio dell’agibilità», di ce con un po’ di malizia uno dei membri.

Michele Emiliano, che era a Roma e non ha potuto partecipare alla riunione, non allude, ma dichiara. «Dopo una serie infinita di strumentalizza zioni e contenziosi, il momento in cui i baresi si riappropriano di uno dei luoghi simbolo della loro identità è finalmente arri vato. Ci lasciamo alle spalle uno dei capitoli più tristi della nostra storia. Ora al lavoro per organizzare una stagione me­morabile ». L’iter per la concessione del l’agibilità si è rivelato infatti molto più complesso e lungo di quanto si aspettassero sia Emi liano, sia il ministro per i Beni culturali. Se il sindaco, infatti, aveva garantito di poter aprire al pubblico il teatro fin dal 6 di cembre 2008, Bondi - nel mo mento in cui più accese erano le polemiche tra governo e Co mune - previde febbraio 2009.

E invece, di rinvio in rinvio, di verifica in verifica, il traguardo si è allontanato. Prima sono sta te sollevate 13 eccezioni: in so stanza i tecnici chiedevano di integrare la documentazione e, in qualche caso, di eseguire pic coli interventi. Poi, quando è toccato ai vigili del fuoco fare la verifica rispetto al rischio speci fico di incendio, sono saltati fuori nuovi controlli sugli im pianti di spegnimento e sulle vie di fuga da rivedere. Si era a marzo quando i vigili del fuoco chiarirono: per concedere i per messi, occorre una verifica del la resistenza al fuoco del foyer. Il foyer, soltanto danneggiato dall’incendio del ’91, è stato re staurato nella precedente fase di lavori, ma il certificato di pre venzione incendi può arrivare soltanto a intero immobile recu perato. Anche la simulazione al computer, per questa verifica, è stato oggetto di ulteriori riunio ni e correzioni. Alla fine, però, il teatro «più sicuro del mon do », secondo il sindaco Emilia no, è non soltanto finito, ma an che agibile. Il certificato di pre venzione incendi - dice la legge - dovrà essere richiesto dal ge store, cioè dalla fondazione. Questo non significa, però, che da domani i tecnici potran no prendere confidenza con le macchine o che gli artisti po tranno iniziare a provare. Il Pe truzzelli è ancora nelle mani del committente dei lavori di ri costruzione, affidati nel 2007 dal ministero per i Beni cultura li attraverso un commissario. Da questo punto di vista lo sno do del 28 luglio è fondamenta le: in quella data, è stato comu nicato informalmente da Ro ma, il commissario straordina rio consegnerà le chiavi al mini­stero (all’ufficio regionale per i beni culturali) e il ministero le girerà nello stesso momento al la fondazione Petruzzelli presie duta dal sindaco di Bari. «La fondazione è pronta ad assu mersi questa responsabilità assicura Emiliano - non è facile esprimere il sentimento che provo, ma immagino sia lo stes so che unisce tutti i baresi».

Adriana Logroscino

Da Il Corriere del Mezzogiorno

1 commento:

KoK ha detto...

Ancora con sta storia?

Possibile che ci voglia così tanto? Il teatro è finito... azz!

Si è verificato un errore nel gadget